La banca dati “Osservatorio CEM” raccoglie un insieme di informazioni e di dati forniti dalle Agenzie regionali e provinciali per la protezione dell’ambiente (ARPA/APPA) relativi alle principali sorgenti di campi elettromagnetici oggetto delle attività di controllo e monitoraggio che il sistema agenziale è tenuto a svolgere per legge (art.14 della legge quadro n.36/2001). Tale iniziativa, avviata circa quindici anni fà nell’ambito della costituzione di specifici Osservatori ambientali, soddisfa l’esigenza di ISPRA di svolgere l’attività di reportistica ambientale con l’obiettivo di caratterizzare l’inquinamento elettromagnetico e permette all’amministratore e al cittadino di ottenere gli elementi utili per una informazione istituzionale sullo stato dell’ambiente relativamente al tema dei campi elettromagnetici. L’utente generico può consultare alcuni dati e informazioni estrapolati dall’Osservatorio CEM in formato tabellare o elaborazioni grafiche accedendo all’area “Banca Dati”. 

L’architettura della banca dati si basa sul modello degli indicatori ambientali Determinanti (Cause primarie) - Pressioni - Stato - Impatto - Risposte” (DPSIR), introdotto dall’Agenzia Europea dell’Ambiente ed Eurostat; le informazioni e i dati trattati riguardano le principali sorgenti operanti ad alta frequenza (impianti radiotelevisivi (RTV), stazioni radio base per telefonia cellulare (SRB)) e a frequenze estremamente basse (ELF) (elettrodotti ossia linee elettriche, stazioni o cabine di trasformazione primarie e cabine di trasformazione secondarie) e si presentano organizzati su scala regionale.